Storia

Costituita nel 1922, la Sezione di Firenze (come tutto il movimento scout in Italia) nel 1927 sospese le sue attività a causa delle pressioni, dei vincoli e delle restrizioni imposte dal regime fascista. Durante questo periodo, ricordato come “Giungla silente”, come in altre città, gli esploratori continuarono l’attività sotto la denominazione di copertura del Gruppo Escursionisti Indipendenti

 

skatti_21

 

La nostra Sezione è così cresciuta riuscendo ad aprire, ad oggi, sei gruppi, con l’obiettivo di essere presenti in vari quartieri e realta’ sociali della nostra citta’ e dintorni. La Sezione ha ospitato per anni il Gruppo di Pistoia che da qualche anno si è costituito come Sezione indipendente.

 

sarno

 

In altre occasioni siamo anche usciti dalle mura delle nostra città per offrire il nostro aiuto (dal lavoro manuale a quello di animazione per i bambini) in occasione delle calamità naturali che hanno colpito l’Italia: durante il terremoto dell’Irpinia, l’alluvione del Biellese, il disastro di Sarno, o in occasione del terremoto del Friuli, di quello in Umbria, e, di recente, in Abruzzo.

 

AAA3

 

Nell’autunno del 1944, con la caduta del regime, la Sezione di Firenze fu prontamente ricostituita. A poco a poco cominciarono ad arrivare i “Boy Scout”, ragazzi o adulti che, venuti a conoscenza dei principi morali e dei contenuti educativi, di rapporto con la natura, di opportunità di crescita del nostro movimento, sono entrati a farne parte attivamente.

 

IMG_1528b

Abbiamo sempre cercato di dare un senso alla nostra presenza sul territorio promuovendo e partecipando con i ragazzi alle attività dei vari quartieri e dei comuni di Firenze, Bagno a Ripoli e Sesto Fiorentino, ma anche dando il nostro aiuto quando purtroppo c’è ne stato bisogno, a cominciare dall’alluvione di Firenze del ’66, ma anche in altre occasioni più recenti come l’alluvione a Campi Bisenzio.

100_0017